Voto domiciliare per elettori affetti da infermità.

Pubblicato il 23 settembre 2020 • Elezioni - Amministrative

Considerato che con decreto del Presidente della Regione Sardegna n. 82 del 28 agosto 2020, è stato indetto per domenica 25 e lunedì 26 ottobre 2020, l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale, gli elettori affetti da grave infermità che ne rendono impossibile l'allontanamento dalla propria abitazione, possono essere ammessi al voto domiciliare (art. 1 D.L. 3 gennaio 2006 n. 1 convertito, con modificazioni, dalla L. 27 gennaio 2006 n. 22 come modificato dalla legge 7 maggio 2009 n. 46):

  1. gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di cui all'articolo 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, cioè siano “intrasportabili”. Si sottolinea, che il voto a domicilio non possa essere richiesto solo perché non c’è alcun servizio di accompagnamento al seggio;
  2. gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano; in questo caso la sottolineatura è sulla dipendenza continuativa e quindi sul rischio per l’incolumità personale del Cittadino.

La procedura

  • Il primo passaggio che l’elettore deve fare, è la richiesta della certificazione sanitaria che attesti la grave infermità (dipendenza da elettromedicali o “intrasportabilità”).
    • La certificazione è rilasciata esclusivamente dall’Azienda Territoriale Sanitaria solo attraverso propri medici incaricati. Per ottenere il suddetto certificato medico, occorre contattare telefonicamente il Servizio Igiene territoriale al numero: 070/9359421 preferibilmente dal lunedì al giovedì dalle ore 8,30 alle ore 11,00 o al 070/9359313 dal lunedì al venerdì oltre le ore 11,00
    • La certificazione deve essere rilasciata in data non anteriore ai 45 giorni dalla data delle consultazioni elettorali.
    • La domanda per la visita, ovviamente, può essere presentata anche prima dei 45 giorni.
    • La certificazione, per i soli “intrasportabili”, deve avere una prognosi non inferiore ai 60 giorni.
    • Le visite, in questi casi, non possono che essere domiciliari e per questo bisogna rivolgersi all'ATS.
  • Il secondo passaggio è presentare la richiesta di votazione presso la propria dimora, al Sindaco del comune nelle cui liste elettorali si è iscritti.
    • Alla richiesta va allegata una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa; oltre alla certificazione rilasciata dal medico incaricato dal Servizio Igiene territoriale; copia della tessera elettorale; copia del documento d'identità del richiedente.
    • La domanda al Sindaco va presentata in un periodo compreso tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data della votazione
    • (ossia nel periodo compreso tra martedì 15 settembre 2020 e lunedì 5 ottobre 2020).

          Documenti disponibili

domanda voto a domicilio
Allegato formato pdf
Scarica