Comune di Guspini

Comune di Guspini

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

25 Aprile - Festa della liberazione

APPROFONDIMENTI

 Poster25Aprile

locandina

24 aprile 2019

Il Comune di Guspini celebra il 74^ anniversario della Resistenza e della Liberazione dal nazifascismo con un appuntamento all’insegna del cinema attraverso la proiezione del film documentario “Libere” di Rossella Schillaci, in programma venerdì 26 Aprile alle Case a Corte (h.18.30).

Prodotto dall’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza, nel film sono le stesse donne e partigiane - tra cui Joyce Lussu – a raccontare la liberazione dal nazifascismo, l’emancipazione, la conquista della libertà e l’immediato dopoguerra attraverso il sapiente montaggio di materiali d’archivio, di testimonianze originali, di immagini storiche, cinegiornali, propaganda, microfilm.

Il film offre una prima risposta alla domanda su quale sia stato il ruolo delle donne durante nella Resistenza italiana. 
Per lo slancio, per la spinta idealista e egualitaria di quell’esperienza, la lotta per la Liberazione venne vissuta dalle partigiane come strumento di ricerca anche della propria libertà: è infatti da quel momento che cominciarono a rivendicare parità nel lavoro e nella famiglia. Un film lucido, profondo e chiaro nei contenuti e nei messaggi.

“Un ricordo rispettoso, un appello appassionato e filologico a non dare mai per scontata la libertà – scrive il critico cinematografico Raffaella Giancristofaro su MYmovies – e a non smettere mai di impegnarsi per un mondo diverso.”

L’iniziativa fa parte della rassegna #culturaction promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Guspini in collaborazione con la Proloco Guspini.


Proiezione “LIBERE” (Italia, 2017)

Venerdì 26 aprile h 18.30 – Case a Corte (Guspini)

Ingresso gratuito

Su Comunu de Gùspini afestat su de 74 anniversàrius de sa Resisténtzia e de sa Libberatzioni de su nazifascismu cun sa proietzioni de su film documentàriu "Libere" de Rossella Schillaci, in programma cenàbara 26 de Abrili, in is Domus a Corti, a ses e mesu de a merí (18,30).
Prodúsiu de s'Arcivu natzionali tzinematogràficu de sa Resisténtzia in su film funt is fémminas e is partigianas etotu- intra de custas Joyce Lussu- a contai sa libberatzioni de su nazifascismu, sa mantzebadura, sa conchista de sa libbertadi e su dopoguerra po médiu de su montàgiu fatu a arti de su materiali de arcivu, de testimóngius originalis, de immàginis stóricas, de tzinegiornalis, de propaganda, de microfilm.
Su film donat una primu arrespusta a sa pregunta cali est stétiu su rolu de is fémminas in sa Resisténtzia italiana. Po sa passioni, po s'impellida idealista e agualitària de cuss'esperiéntzia, sa lota po sa Libberatzioni is partigianas dd'ant bívia puru cumenti un'aina de circa de sa libbertadi cosa insoru: difatis est de cussu momentu chi iant inghitzau a pediri paridadi in su trabballu e in sa famíllia. Unu film profundu e craru in is cuntenutus e in is messàgius.
"Un'arregordu respetosu, un'apellu apassionau e filológicu a non donai mai po scontada sa Libbertadi - scrit sa crítica tzinematogràfica Raffaella Giancristofaro in "My movies" - e a non dd'acabbai mai de si impinniai po unu mundu diversu".
Sa proposta fait parti de sa rassínnia "#culturaction" prumóvia de s'Assessorau a sa Cultura de su Comunu de Gùspini imparis cun sa Prolocu Gùspini.

 

Altre notizie - Archivio

Comune di Guspini - via Don Minzoni, 10 - 09036 Guspini (VS) | protocollo@pec.comune.guspini.vs.it | p.iva 00493110928 | Credits | Privacy | ConsulMedia 2009 |