Comune di Guspini

Comune di Guspini

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Corona virus: ultimi aggiornamenti

Ultimi aggiornamenti

11 aprile 2020

AGGIORNAMENTO SITUAZIONE CORONAVIRUS AL 10 APRILE 2020

Eravamo tutti convinti di una rapida evoluzione in senso positivo della situazione e il 14 aprile poteva essere il giorno di avvio della cosiddetta “fase 2”, purtroppo la situazione sanitaria dell’epidemia ha indotto i medici e gli scienziati ad indirizzare il governo su altre tre settimane di blocco del paese. Nell’interesse di tutti siamo chiamati a quest’altro sacrificio nella concreta speranza che il virus scompaia quanto prima.

SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA E CONTROLLI
Rimane immutata la situazione nel territorio comunale e in generale in tutti comuni limitrofi, a oggi non vengono segnalati nuovi casi.
Le persone interessate dalle quarantene domiciliari, anche se solo legate al fatto di essere giunti da fuori Sardegna, alla luce dei controlli effettuati hanno rispettato le disposizioni.
A fronte di una situazione tutto sommato caratterizzata da un basso numero di casi le istituzioni valutano con prudenza i dati e chiedono un regime di controlli più esteso in termine di tamponi. Anche se si tratta di casi sporadici si è visto come basta un contagiato per infettare intere comunità quindi è bene tenere alta la guardia e rispettare ancora di più i comportamenti imposti.
Le forze dell’Ordine mi hanno chiesto di ricordare il divieto assoluto di uscire dal territorio comunale i giorni di Pasqua e pasquetta. Per impedire l’esodo verso le seconde case o al mare verranno istituiti numerosi posti blocco oltre che controlli presso le località marine. Esorto tutti a rispettare le consegne e trascorrere questi giorni di festa ancora una volta stando in casa.
Ieri il Dipartimento di Protezione Civile regionale ci ha consegnato una prima fornitura di mascherine di tipo chirurgico, sufficienti per circa 20 giorni, da destinare ai dipendenti comunali, agli operatori dei servizi sociali, al personale delle case protette e per anziani, alle associazioni di volontariato e protezione civile locali. 

VOLONTARIATO E SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE
Con i fondi trasferiti dallo stato abbiamo attivato già da venerdì 3 le iniziative di sostegno per gli acquisti di generi alimentari. Sono giunte tantissime richieste e sono stati consegnati i buoni a oltre 130 beneficiari. Le pratiche vengono evase in ordine di arrivo, per esaminarle tutte ci vorrà almeno tutta la settimana prossima e le risorse sono sufficienti per tutti. A differenza di molti comuni che non hanno nemmeno iniziato, è stato fatto uno sforzo particolare per poter raggiungere prima delle festività quanti più
beneficiari possibile. Ciò grazie ai nostri dipendenti che hanno voluto, senza guardare turni, orari o permessi, dare in questo modo il loro personale contributo a questa difficile situazione.
Ovviamente non sono le sole iniziative a sostegno della popolazione in quanto funziona in modo encomiabile il lavoro di decine e decine di volontari. Oltre alle consegne del Centro di ascolto vi è anche una rete di singoli cittadini molto attivi e tanti altri che vorrebbero rendersi utili. Facciamo in modo tutti che nessuno possa restare indietro rispetto alle esigenze fondamentali.
Non l’ho fatto in precedenza ma voglio fare un apprezzamento particolare anche ai numerosi soci dell’Auser che si sono mobilitati nella fabbricazione delle mascherine per l’Ospedale di San Gavino e per la popolazione di Guspini.
Vorrei poter condividere le testimonianze di quante persone si sono fatte avanti e hanno voluto in tutti i modi dare un contributo alla nostra comunità, dagli emigrati che mi hanno telefonato a quelli, soprattutto i più giovani, che pur avendone diritto hanno voluto rinunciare a richiedere forme di sostegno con la frase “C’è sicuramente qualcuno che ha più bisogno di me”.
Con le nuove “Misure straordinarie urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiare l'emergenza economico-sociale derivante dalla pandemia SARS-CoV-2” deliberate dal Consiglio regionale sardo sono state messe a disposizione ulteriori risorse aggiuntive, rispetto a quelle nazionali, che ci impegniamo a utilizzare nel modo più celere possibili. Non appena la Giunta Regionale varerà le linee guida metteremo in campo immediatamente le procedure per l’erogazione delle somme stanziate.

TESSUTO ECONOMICO E RIPRESA
Le amministrazioni pubbliche, sanitarie e militari hanno prodotto il massimo sforzo in queste settimane per affrontare l’emergenza dal punto di vista sanitario e mettere a regime le misure disposte dal governo centrale e regionale. La situazione seppur sempre grave in alcune parti del paese appare tuttavia sotto controllo e le istituzioni hanno ormai dei meccanismi di intervento abbastanza collaudati. Le catene di comando funzionano e i casi che si presentano vengono rapidamente isolati e circoscritti anche se purtroppo nuovi contagi e morti sono sempre elevati.
E’ giunto il momento di cominciare a programmare in concreto anche la ripresa economica. E’ proprio per questo motivo che si sta già ragionando sulle iniziative anche a livello comunale, in primo luogo per le attività chiuse per legge, ma in generale per tutto il tessuto economico locale legato all’artigianato, al commercio, al turismo e a tutte le attività. Appena possibile comunicheremo l’adozione di sgravi a vantaggio delle categorie produttive che andranno dagli affitti dei locali comunali, alla TOSAP, e alla TARI.
E’ evidente che interventi significativi e tangibili saranno ancora più forti con l’intervento dello stato verso i comuni oppure con risorse aggiuntive da parte della Regione, perché ogni euro che destiniamo alla ripresa economica è sottratto ai servizi.
Non dimentichiamo che in questa crisi vengono trascinati anche i comuni, in quanto se proseguisse questa tendenza si andrà in grave sofferenza economica e non saremo in grado di erogare tutti i servizi a cittadini.
Non possiamo nemmeno pensare di non poter mantenere in modo adeguato il sistema dei servizi sociali, la pubblica istruzione e le manutenzioni. Finora lo Stato e la Regione stanno dando segnali di vicinanza e rassicurazione in questo senso e pertanto attendiamo con fiducia questa nuova fase.
In settimana, oltre alle attività che con l’ultimo DPCM potranno riaprire, riattiveremo con tutte le precauzioni per la salute dei lavoratori, alcuni cantieri comunali e alcuni locali come per esempio il mercato civico coperto. Anche noi abbiamo fretta di far ripartire quanto più possibile ma tenendo sempre presente il nemico invisibile contro il quale stiamo combattendo.
Colgo l’occasione per augurare a tutti una Serena Pasqua, stringendomi vicino in particolare a coloro che sono stati maggiormente provati da questa emergenza, e a tutti coloro, a partire dagli operatori sanitari, che continuano a lavorare al servizio della nazione.

Il Sindaco
(Giuseppe De Fanti)

DOCUMENTI DISPONIBILI

DPCM del 10 aprile 2020

 

 

Altre notizie - Archivio

Comune di Guspini - Via Don Minzoni 10 - 09036 Guspini (SU) | protocollo@pec.comune.guspini.su.it | p.iva 00493110928 | Credits | Privacy | ConsulMedia 2009 |