Comune di Guspini

Comune di Guspini

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Corona virus: verso la fase 2

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

27 aprile 2020

Firmato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che contiene le indicazioni relative alle nuove misure di contrasto alla diffusione del Corona virus valide a partire dal 4 maggio.

Durante la conferenza stampa del 26 aprile il Presidente del Consiglio ha anticipato il contenuto del DPCM e, su richiesta specifica degli organi di stampa, anticipato in parte una prima ipotesi di come potrebbe evolvere la situazione per le attività produttive dei vari comparti e le attività sportive.

Il Presidente Conte ha puntualizzato che in seguito all'allentamento delle misure restrittive ci si aspetta un innalzamento della curva dei contagi. Questa, in collaborazione con le Regioni, verrà monitorata in modo puntuale per prendere gli opportuni provvedimenti qualora dovesse superare delle soglie predeterminate.

Il DPCM del 26 Aprile  prevede un leggero allentamento delle misure di contenimento a partire dal prossimo 4 maggio e il mantenimento di molte altre. Tra le molteplici indicazioni contenute nel Decreo ricordiamo che:

  • Saranno concessi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Si considerano neccessari gli spostamenti per incontrare i congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di almeno unmetro e si utilizzino i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. (Durante la conferenza Conte ha specificato che, in ogni caso, non è consentita l'organizzazione di party di famiglia)
  • Resta il divieto di spostamento al di fuori dei confini regionali ma sarà permesso il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.
  • Imposto l'obbligo di quarantena e di chiamata al medico curante a tutti i soggetti che presentino sintomi da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37.5) con divieto assoluto dei soggetti che risultassero positivi al corona virus.
  • Pur rimanendo il divieto di assembramento sarà consentito l'accesso a parchi, ville e giardini pubblici (il Sindaco potrà prevederne la chiusura ove non fosse possibile assicurare le prescrizioni)
  • Sarà consentito svolgere individualmente (o conaccompagnamento in caso di minori o persone non completamente autosufficienti) attività sportiva e motoria purché nel rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e un metro per ogni altra attività
  • Restano sospese le competizioni sportive, le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura fatta eccezione delle celebrazioni dei funerali che potranno svolgersi con la sola presenza dei congiunti fino a un massimo di 15. La funzione dovrà svolgersi preferibilmente all'aperto e nel rispetto delle misure preventive (distanziamento e protezioni)
  • Restano per il momento sospese le aperture di Musei e altri luoghi della cultura.
  • Le attività didattiche proseguiranno a distanza e al momento non è previsto un rientro a scuola prima del prossimo Anno Scolastico
  • Restano chiuse le attività di ristorazione ma, oltre alla consegna a domicilio, sarà consentito anche l'asporto sempre nel rispetto del distanziamento e dell'uso delle protezioni per le vie respiratorie. Resta inteso che il cibo dovrà essere consumato presso la propria abitazione e non è comunque consentita l'organizzazione di party privati

Per ulteriori e dettagliate informazioni si rimanda al contenuto integrale del DPCM e dei suoi allegati 


DOCUMENTI DISPONIBILI 

DPCM del 26 aprile 2020

Firmau su Decretu de su Presidenti de su Cuntzillu de is Ministrus chi torrat a portai is indicatzionis chi pertocant is dispositzionis nobas po su cuntrastu contras a sa spartzinadura de su Corona Virus chi ballint a inghitzai de su 4 de Maju.
In sa cunferéntzia po is giornalis de su 26 de Abrili su Presidenti de su Cuntzillu at antitzipau su contenutu de su DPCM e, asuba richiesta spetzifica de is giornalis, at antitzipau una primu ipótesi de cumenti si iat a podi svilupai sa situatzioni po is atividadis produtivas de is setoris diferentis e po is atividadis sportivas.
Su Presidenti Conte at acrarau chi infatu a s’alladiadura de is dispositzionis restritivas si nci abetat una créscida de sa curva de is cuntàgius. Custa at a éssiri cuntrollada fatuvatu, cun s’agiudu de is Regionis, po pigai is provedimentus opportunus casumai si sodighit su liminàrgiu determinau ainnantis.
Su DPCM de su 26 de Abrili previdit un’alladiadura de is dispositzionis de cuntenimentu a inghitzai de su 4 de Maju chi benit e s’apoderadura de medas àteras dispositzionis. Intra de is medas dispositzionis de su Decretu aregordaus chi:
• Funt permítias is trentziduras po motivus de trabballu, po situatzionis de netzesidadi e po motivus de saludi. Funt cuntzideradas netzessàrias is trentziduras po atobiai is parentis bastat chi siat arrespetau su divietu de ammuntonamentu, sa distàntzia intra de is personas de assumancu unu metru e si umperint is mascarinas. ( In sa cunferéntzia Conte at spetzificau chi, in dónnia manera, funt pruibbidas is festas in famíllia).
• Abarrat su divietu de trentzidura a foras de is regionis ma est permítiu de torrai a su domitzíliu, domu o residéntzia.
• Impostu s’óbrigu de cuarantena e de tzerriai su dotori a totus is chini presentant síntomus de infetzioni respiratória e callentura ( prus arta de 37.5) cun divietu assolutu de trentzidura a is sugetus chi arrisurtant positivus a su corona virus.
• Mancai abarrendi su divietu de ammuntonamentu, est permítia s’intrada a is parcus, villas e giardinus púbricus ( su Síndigu ndi podit ordinai sa serrada si non est possíbbili assegurai s’arrespetu de is dispositzionis)
• Est permítiu fai atividadi sportiva a solus o in cumpangia, in casu de minoris o personas chi non funt autosufitzientis de unu totu, bastat chi s’arrespetit sa distàntzia de assumancu duus metrus po s’atividadi sportiva e unu metru po dónnia àtera atividadi.
• Abarrant suspéndias is cumpetitzionis sportivas, is manifestatzionis, is acontéssius e is spetàculus de calisisiat genia, fata etzetzioni po is interrus chi si podint fai scéti cun sa preséntzia de is parentis fintzas a unu màssimu de 15. Sa tzirimónia si depit fai de preferéntzia a s’ària aberta e arrespetendu sa distàntzia de seguresa e cun mascarinas e guantus.
• Po su momentu abarrant serraus is Museus e is àterus logus de sa cultura.
• Is atividadis didàticas sighint a distàntzia e po immui no est prevídiu de torrai a scola innantis de s’annu scolàsticu chi benit.
• Abarrant serradas is atividadis de restoratzioni ma, a parti sa cunsínnia a domu, est permítiu s’asportu sémpiri arrespetendi sa distàntzia e umperendi is dispositivus de amparu po is bias respiratórias (mascarinas). Est craru chi sa cosa de papai tocat a dda papai in domu e in dónnia manera no est permítiu organizai festas privadas.
Po àteras sceras si torrat a mandai a su cuntenutu integrali de su DPCM e de is acàpius cosa sua.
 

Altre notizie - Archivio

Comune di Guspini - Via Don Minzoni 10 - 09036 Guspini (SU) | protocollo@pec.comune.guspini.su.it | p.iva 00493110928 | Credits | Privacy | ConsulMedia 2009 |