Sociale - Legge 7/91

Ultima modifica 30 aprile 2021
  • La Regione Autonoma della Sardegna, in armonia con la legislazione statale vigente e nell’ambito delle proprie competenze statutarie, al fine di rafforzare i legami con le comunità sarde situate fuori dall’Isola:
  1. garantisce la parità di trattamento tra sardi residenti e non residenti;
  2. promuove - coerentemente con gli indirizzi dello Stato e nel quadro della programmazione regionale - forme di partecipazione e di solidarietà tra lavoratori emigrati;
  3. promuove pari opportunità di elevazione morale e materiale per coloro che rientrano o che comunque mantengono contatti con la terra d’origine;
  4. promuove ogni iniziativa rivolta a tutelare e sviluppare i legami di identità tra la Sardegna e le comunità sarde extra isolane.
  •  La Regione favorisce inoltre il concorso dei sardi non residenti e la funzione democratica e culturale dell’associazionismo sardo fuori dall’Isola, valorizzando le competenze professionali, le esperienze umane e il possibile contributo di iniziative imprenditoriali finalizzate allo sviluppo della Sardegna.
  • Gli interventi in materia di emigrazione e di sostegno delle comunità sarde si articolano in piani triennali e in programmi annuali, predisposti in armonia con le iniziative proprie di istituzioni nazionali e sovranazionali aventi analoghe finalità .

Maggiori info sulla legge

Cosa fare per ottenere un contributo a favore degli emigrati?

La richiesta di contributo a favore degli emigrati può essere presentata dai cittadini che rientrano in Sardegna dopo almeno un biennio di lavoro all’estero o in altra regione d’Italia.Alla richiesta di contributo, compilata in ogni sua parte, deve essere allegata tutta la documentazione atta a dimostrare il possesso dei requisiti stabiliti dalla legge.

La richiesta và presentata, anche a mano, esclusivamente all’Ufficio Protocollo del Comune aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 13.00 ed il martedì e giovedì dalle 16.30 alle 17.30.

Ogni richiesta verrà assegnata ad un’Assistente Sociale che contatterà il richiedente per approfondire la situazione e valutare la richiesta.