Fauna

Ultima modifica 7 maggio 2020

A caratterizzare la fauna locale è certamente il cervo (Screbu nell’idioma locale). Considerato ormai uno dei simboli del territorio il Cervo Sardo (una sottospecie endemica sardo-corsa del cervo europeo) oggi, dopo le azioni di salvaguardia iniziate a alla fine degli anni ’80 conta una popolazione numerosa di questo caratteristico animale che si spinge fin dentro al borgo minerario di Montevecchio e ad alcune zone periferiche dell'abitato di Guspini.  A fare compagnia ai cervi non mancano però altre importanti specie faunistiche di cui riportiamo un elenco non esaustivo. Quanti riusciranno a vederli tutti in un unica vacanza?

Mammiferi:

Cinghiale (Sriboni), Volpe (Mraxiani), Riccio (Arritzònis de matta), Martora sarda (Màcciu), Donnola (Buc’ ‘e meli), Coniglio selvatico (Còillu), Pipistrello (Tzurrundeddu)

Anfibi e rettili:

Ila Sarda (Arranèddha), Rospo smeraldino (Arràna manna), Lucertola campestre del Cetti (Cabixetta), Tarantola muraiola o Geco (Pistilloni), Colubro Comune o Biacco (Cabòru), Natrice viperina (Pibèra de acqua) – specie non velenosa.

Uccelli e rapaci

Ghiandaia di Sardegna (Piga), Upupa (Pubùsa), Picchio rosso maggiore di Sardegna (Biccalìnna), Gheppio (Stori), Civetta (Cuccumèu), Barbagianni (Stria),